Secis BcJesolo vincente ad Oderzo (68-65). Cronaca e foto

Vittoria e prestazione difensiva al Pala Opitergium. Il Secis BCJesolo primo successo nella nuova C Gold a gironi

BASKET ODERZO – SECIS BCJESOLO 65-68
BASKET ODERZO: Boaro 1, Masocco 11, Alberti 6, Nardin 4, Ibarra 19, Rizzetto 9, Ndiaye 2, Vita Sadi 13, Zaharia, Ongaro, Bucciol, Pietrobon. Allenatore: Guerra
SECIS BCJESOLO: Bovo 12 (4/6, 0/3, 7 rimbalzi), Biancotto 11 (0/1, 2/5), Favaretto 16 (4/8, 1/5), Simone Rosada 11 (2/5, 2/4), Matteo Maestrello ne, Busetto 4 (0/2, 0/2, 4/6 ai liberi), Sipala 1 (0/2, 0/2), Zamattio 6 (3/5, 6 rimbalzi), Nicola Maestrello 4 (2/3), Ruffo 3 (0/1 da tre, 3/4 ai liberi), Mei ne. Allenatore: Giovanni Teso, vice Matteo Gambarotto
Note: parziali: 16-14, 33-39, 45-52.
VITTORIA!!!! VITTORIA AD ODERZO!!!!! VITTORIA PER 68-65!
VITTORIA e prestazione difensiva. PRESTAZIONE DIFENSIVA e vittoria. Lo scriviamo a carattere maiuscoli, perché lo richiedono i tempi, adeguandoci ad una comunicazione un po’ urlata in caso di successo che attraverso la cronaca scritta, per farci sentire attraverso la tastiera e lo schermo del web riusciamo ad esprimere solo con le lettere maiuscole.
Secis BCJesolo arcigno e duro come una roccia si porta a casa i primi due punti del campionato, da una palestra che tutto sommato a volte ci ha sorriso in termini di exploit.
Questa volta lo tiriamo noi il sospiro di sollievo, sembra di rivivere lo stesso identico finale di sette giorni fa, un copia ed incolla meglio di word, a parti invertite, con noi, cioè, sopra di due (67-65) a 12” e 4 centesimi alla fine. Masocco segna i tre liberi del – 2. Fallo sistematico opitergino, Masocco ci manda in lunetta con Favaretto che sbaglia il primo e segna il secondo (68-65). Oderzo ha la rimessa dal fondo perché non ha più time out, Ibarra decide di mettersi in proprio e ricevuta palla fa tutto il parquet a cento all’ora tallonato da Rosada. Sfrutta il blocco di Pietrobon che allontana Simone e dai sette metri abbondanti spara la bomba. La palla è respinta dal ferro, viene smanacciata dal nostro Biancotto nelle mani di Rizzetto che dall’angolo, proprio davanti alla nostra panchina prova un’altra bomba ostacolata da Busetto. Il tiro è corto, suona la sirena con la palla finita nelle mani di Vita Sadi.
Coach Giovanni Teso alza le braccia in segno di vittoria, siamo contenti anche noi che da casa abbiamo vinto, ci siamo rilassati dopo il + 15 di Bovo (51-36) in contropiede al 28’01” di gioco.
E’ BATTAGLIA SOTTO CANESTRO. Partiamo forte sul 3-0 con un bel canestro laterale di Nicola Maestrello e un libero di Sipala (3-0), poi Oderzo cerca di imporre il suo gioco sotto i tabelloni coinvolgendo i muscoli e la stazza atletica di Joseph Vita Sadi che coach Massimo Guerra ne conosce i pregi dall’esperienza in B a Catania. Vita Sadi, per lui buon compleanno in anticipo visto che domani compirà 24 anni, dà vita ad un duello impressionante sia con Nicola Maestrello che con Zamattio. Anche Davide Bovo da quattro mostra i muscoli nell’uno contro uno sotto canestro con Alberti e Nardin. Guarda caso cinque dei primi sette punti di Oderzo li realizza il congolese Sadi (7-5). Anche Ndiaye è un osso duro spalle a canestro, ma con il passare dei minuti sul cronometro la nostra difesa ha dimostrato in più occasioni di aver preso le misure agli avversari. Muscoli e centimetri non difettano a Nicolò Zamattio, che nel secondo quarto segna quattro punti di fila, compresa la magata dopo 2’45” di gioco del – 1 (22-23).
LA FUGA DECISIVA DEL SECIS. Oderzo è avanti per l’ultima volta a 5’21” dal lungo intervallo con due liberi di Rizzetto (29-27). Un attimo prima Davide Bovo ha iniziato la sua personale striscia offensiva con il canestro del 27-27 (4’26” di gioco). Il break che ci permette di scavare un bel divario è di 12-4 al lungo intervallo (dal 27-29 al 39-33). Oltre a Davidone segna cinque punti Favaretto e un canestro dalla media Rosada a 31” dagli spogliatoi (39-31). Il terzo quarto e quindi la ripresa si apre con una stoppatona di Mattia a Vita Sadi che apre, diciamo così la seconda fuga che si concretizza con un altro break di 12-3 (51-36). E se la matematica non è una opinione fanno 24-7 di parziale per noi che di fatto segna la rotta per Jesolo dei due punti.
IL TERZO QUARTO DI IBARRA. La speranza degli opitergini è nelle mani di Ibarra che segna tutti e dodici i punti dei padroni di casa nel terzo quarto che vede ridursi il nostro + 15 (51-36) a + 7 (52-45).
LEONARDO, L’ULTIMO QUARTO E’ TUO. L’ultimo tempino si apre con un’altra stoppata, Bovo su Masocco. Ma cinque punti di Rizzetto e un canestro di Vita Sadi valgono il 7-2 di avvio quarto per gli opitergini ed il – 4 (50-54). Una tripla di Biancotto ci fa respirare (57-50) dopo 2’42” di gioco. Leonardo segna 11 dei 16 punti di squadra del quarto, compresa la super bomba del 65-56 a 2’27” dalla fine.
Ufficio stampa Thomas Maschietto
foto della partita di Emma Iris Zorzan

 

Comments

comments

Posted in Uncategorized.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *