Calendari & Risultati

Da: LA NUOVA VENEZIA DEL 22 MAGGIO 2017

Jesolo piega Oderzo all’ultimo secondo e conquista la Serie B

Per Ambrosin e soci la seconda promozione in due anni con una gara da batticuore, combattuta punto a punto

Di Thomas Maschietto

ODERZO. Il ferro che respinge la conclusione da tre di Cerniz e Zatta si catapulta sul pallone e la sirena finale del 40′ suona. E che la festa abbia inizio. Il Secis B.C. Jesolo conquista la promozione in B portandosi a casa la retina del Pala Opitergium quella davanti alla propria panchina.
 Un finale da batticuore a partire dagli ultimi 12 secondi quando Zatta fa 1/2 dalla lunetta per il + 4 Jesolo (52-48). Dall’altra parte Cerniz indovina dai sette metri la tripla del – 1 (51-52) a 6 secondi e 3 centesimi dalla fine. Time out immediato, passa un secondo e Oderzo fa fallo su Matteo Maestrello. “Mays” senior fa solo 1/2 (53-51). Non si può comunque rimproverare nulla al capitano dello Jesolo che chiude la serie finale con 22 punti. Restano ancora cinque lentissimi secondi, troppi per pensare di avercela già fatta. Battistella chiama ancora time out, così i suoi possono ripartire da centrocampo. Cerniz ha il pallone della B ma il suo tiro dalla distanza è corto, Zatta vola sul pallone.
 È finita, Jesolo in serie B, la seconda promozione di fila per la squadra allenata da Massimo Guerra e che la scorsa estate si era rinforzata con tre acquisti mirati, De Lazzari, Mbaye e Zatta. Delle Monache disteso in parte alla panchina con il gesso alla gamba destra per la caviglia operata gira la testa verso il parquet e scoppia in un pianto di gioia che lo rende ancora di più uomo più simbolico della squadra.
 La cronaca spiccia offre una “bella” della finale play off di C Gold, punto a punto. Jesolo duro come un macigno in difesa, con Mbaye su Raminelli, Nicola Maestrello su Mucic, Ambrosin su Varuzza, Ruffo su Pagotto e Matteo Maestrello su Colamarino. Vedere difendere i litoranei è uno spettacolo, tra scivolamenti, raddoppi e sul coast to coast sugli avversari in penetrazione. Matteo Maestrello si carica sulle spalle l’attacco che fatica a mettere la palla dentro l’anello. È 19-19 a 4’37” dal lungo intervallo, le due squadre segnano poco. Oderzo mette il turbo in avvio di secondo tempo, + 9 (35-26) dopo 2’46” di gioco. Sembra già finita, ecco però che De Lazzari, Mbaye e le triple di Matteo Maestrello riaprono i conti per il + 1 Secis a 3’05” dal 30′ (38-37) per un break di 12-2.
 A 3’01” dalla fine è 48-48, Ruffo dall’angolo mette la tripla che vale una “b” minuscola in attesa dei restanti 2’38” (51-48). Poi il finale già raccontato con il taglio della retina del classe 2003 Marco Baccega sulle spalle di Simone Manzato. E dal sindaco di Jesolo Valerio Zoggia arrivano le congratulazioni via email a tutta la squadra.