Tommaso Rossi, l’uomo di striscia del Secis BCJ per affrontare la serie B!

Alla scoperta di Tommaso Rossi, match winner dell'amichevole contro Mestre. Dai punti di fila alle tigre tibetane tatuate sulla schiena.

Gli occhi della tigre lasciamoli a Rocky III per una volta. Perché le due tigri tatuate sulla schiena di Tommaso Rossi, il nostro numero 21 (tatuato anch’esso perché il numero 21 gli è sempre rimbalzato addosso nella vita), indicano la forza sui tiri subordinati.

Alla scoperta di Tommaso Rossi, uno dei nuovi volti del Secis BCJesolo, che noi abbiamo appena accennato nel presentarlo, ma che parlandoci assieme ne viene fuori una marea di simpatia, serietà e tantissima voglia di pallacanestro.

Fisico perfetto, asciutto, le braghette scaldamuscoli che gli scivolano fuori dai calzoncini della divisa, un colosso di ragazzo che fino all’anno scorso non conoscevamo.

E adesso siamo fieri di averlo fatto. Lui si definisce un giocatore di striscia, perché se segna due canestri di fila la sua serata fa felice scout e referto dei punti alla sua casella.

“E’ vero sono un giocatore di striscia, l’ho dimostrato anche stasera” ci dice Tommaso Rossi. “Sto aspettando come un sogno da realizzare il ritorno del pubblico in palestra. Questo sì che mi aiuterebbe a scatenarmi nelle mie strisce di punti. Ne vedremo delle belle”.

DIFESA, DIFESA E DIFESA. “Esattamente così. Nasce tutto da qui. Ci alleniamo per essere pronti a difendere al massimo della concentrazione e della forza fisica. Si parte sempre da qui, è la difesa che ti da fiducia per l’attacco, lo abbiamo visto contro il Mestre per esempio”.

DUE SU TRE. “Coach Giovanni Teso ha parlato dei tre obiettivi per gara: vincere la partita, lanciare un segnale alle avversarie e continuare nel nostro percorso di crescita. Abbiamo ottenuto due obiettivi su tre, l’ultimo è un discorso a lungo termine che si svolge in palestra settimana dopo settimana. Stiamo lavorando bene, a Cividale siamo stati molto sfortunati, avevamo rabbia nelle gambe, l’abbiamo sfogata in difesa” prosegue Tommaso.

JESOLANO DA SEMPRE. “In spogliatoio siamo già tutti migliori amici” sorride Tommaso “è se come se ci conoscessimo da sempre fuori e dentro il parquet”.

STUDI TIBETANI. “Il mio tatuaggio sulla schiena è tibetano. Le due tigri sono la mia forza per andare oltre i limiti, superare le subordinazioni che devo affrontare. Sono affascinato da questo mondo orientale, i suoi simboli, i significati nascosti in essi”.

Ufficio stampa Thomas Maschietto

 

Che anticipo di B! In amichevole Secis BCJesolo alla grande sul Gemini Mestre!

Prima vittoria nel precampionato. E oltre il risultato c'è la prestazione, un connubio vincente. Mestre battuto per 75-62, Rossi e Busetto over the top!

SECIS BCJESOLO – GEMINI B.C. MESTRE 75-62
SECIS BCJESOLO: Simone Rosada, Edraoui, Favaretto 6, Malbasa 20, Busetto 2, Sipala 10, Rossi 22, Grani, Nicola Maestrello 2, Bolpin 2, Bovo 11. Allenatore: Giovanni Teso, vice Matteo Gambarotto
GEMINI B.C. MESTRE: Petrucci 3, Dal Pos 14, Casagrande 7, Drigo 4, Bobbo 3, Ianuale 3, Pinton 3, Bortolin 12, Stepanovic 10, Fazioli 3. Allenatore: Andrea Ferraboschi
Note: parziali: 22-11, 39-23, 58-40.
MA che bellissima sensazione! Di quelle che senti dentro di te quando esci dal palazzetto con la netta impressione di avere visto una gran bella prestazione di squadra e anche dei singoli.
E’ presto, anzi prestissimo (se si può dire così) cantare vittoria, sarebbe sbagliato, anzi sbagliatissimo. Anche perché alle spalle c’è una eliminazione dalla Supercoppa, il primo scotto che abbiamo pagato dal salto di categoria e che probabilmente non sarà l’unico anche se ci auguriamo il contrario ovviamente.
Il Secis BCJ testa se stesso contro il GEMINI BC MESTRE e prestazione e risultato ci danno ragione anche con un picco di 27 punti di vantaggio (51-24) dopo una tripla di Favaretto al 24’56” di gioco.
E’ solo un amichevole, si sa, il campionato è tutt’altra storia, il BC Mestre sarà tutt’altra storia, ma noi volevamo dimostrare di essere pronti per la categoria e sinceramente eravamo ancora un pochino arrabbiati per la sconfitta all’ultimo millesimo di secondo di Lignano Sabbiadoro.
PRONTI VIA. Il quintetto base vede pronto per la contesa Rosada, Sipala, Busetto, Malbasa e Rossi. Si parte forte, 9-2 dopo 2’47” di gioco con i punti di Sipala (5), e Malbasa (4). Si difende all’impazzata, a tutto campo, ecco Simone Rosada che non molla un attimo Fazioli quando porta su palla, Busetto su Petrucci, Malbasa su Bortolin, Rossi su Casagrande ed infine Sipala su Iannuale. I primi cambi sono Favaretto per Simone, Bovo per “Sipo”, Bolpin per Rossi. A 1’50” dalla prima sirena Favaretto timbra il cartellino da tre per il 18-6. L’unico contatto tra le due squadre rimarrà per tutta la partita il 9-5 dopo la tripla di Stepanovich a 6’12” dalla fine del primo tempino.
FATTORE 21, IN REALTA’ 22. Il fattore 21 è il nostro Tommaso Rossi che ha da sempre il 21 sulle spalle e che ha segnato 22 punti. A Tommaso piace definirsi “giocatore di striscia”, ieri sera abbiamo capito il perché. Il suo primo canestro è il 15-6 al 7’11” di gioco. In fila mette i punti del 20-7. 22-9, 25-11, 27-11, 31-20. In mezzo ci sta il 29-16 di Malbasa, dopo il 35-20 di Nicola Maestrello ed il 37-20 ancora di Malbasa a 2’15” dal lungo intervallo. Tommaso concederà il bis ad inizio terzo quarto con due bombe (42-24, 45-24).
“T” COME TERZO QUARTO, “T” COME TRIPLE. Il terzo quarto ci vede protagonisti da tre per l’avvio clamoroso di 12-0 nei primi 4’56” del secondo tempo. Da tre segnano due volte Rossi, una Sipala ed una Favaretto. I nostri occhi brillano per tanta meraviglia.
GEMINI BC MESTRE. Le qualità dei Grifoni biancorossi non le scopriamo certamente noi, coach Andrea Ferraboschi poi in panchina è una garanzia. Un po’ delle qualità dei nostri futuri avversari le abbiamo viste nel corso del terzo quarto. Dal – 27 (24-51) gli ospiti mettono insieme un break di 14-6 (38-57) con i canestri di Stepanovich, Bobbo, Dal Pos e Drigo.
ULTIMO QUARTO. Nel quarto periodo torniamo a correre che è una meraviglia grazie ad una difesa spaventosa per ritmo ed aggressività. Malbasa a 1’42” dalla fine piazza dalla distanza il 75-54 che è il nostro ultimo squillo in attacco.
PAOLO BUSETTO. Non è mai bello parlare dei singoli, anzi, non è mai corretto perché sembra quasi che abbiano giocato da soli se ci limitiamo a fare un nome. Vogliamo però sottolineare la prestazione a dir poco fantastica di Paolo Busetto, giocatore di indiscussa categoria, che sa difendere, impostare il gioco e fare tutte quelle cose che a referto e sullo scout fanno fatica a trovare spazio. In una parola: MAESTOSO.
Ufficio stampa Thomas Maschietto
(cronaca e foto di Thomas Maschietto @riproduzione riservata)

Coach Giovanni Teso ai nostri microfoni. “Stiamo plasmando lo spirito di squadra giusto”

Quattro chiacchiere con coach GIOVANNI TESO dopo un mese di lavoro. Un'intervista ad ampio raggio che descrive ancora una volta la grande caratura del nostro allenatore.

Il 16 agosto è passato già da un pezzo. I primi sorrisi davanti all'ingresso del Pala Cornaro. I primi tamponi della nuova stagione, le strette di mano per conoscere i nuovi arrivati e le pacche sulle spalle tra i vecchi compagni di squadra.
Giovanni Teso da quel giorno è in full immersion per plasmare la giusta alchimia, rinsaldare i concetti messi da parte nel corso dell'estate e come un fabbro tra arti e metalli, pronto a dispensare consigli tattici, lezioni tecniche e tutte quelle cose che il nostro coach padroneggia da anni con grande esperienza per formare un gruppo coeso e vincente.
"Dal 16 di agosto, a causa di infortuni e malattie di stagione, ho avuto la squadra a disposizione solo per due allenamenti. Spero, da metà della prossima settimana, di avere tutti i giocatori a disposizione" esordisce così ai nostri microfoni (abbiamo l'adesivo della B stampato sopra!) coach Giovanni Teso.
"A causa di questo problema non abbiamo sviluppato quanto avevamo programmato, siamo molto indietro specialmente nell’organizzazione offensiva complessiva, riportata alla categoria, anche se inizio a vedere dei progressi. "Nelle prime due amichevoli a San Vendemmiano e a Vicenza abbiamo giocato alla pari per tre quarti, perdendo di misura. E questo nonostante le assenze e giocatori con uno o due allenamenti sulle gambe . Mi è piaciuta di più, però, la prima partita a San Vendemiano, sia a livello di atteggiamento che di attenzione".
"A Vicenza, dopo due buoni primi quarti, abbiamo subito la fisicità degli avversari, facendo un passo indietro anziché controbattere e giocare organizzati".
AVVERSARI AFFRONTATI E CHE AFFRONTEREMO. "Le squadre avversarie sono tutte molto forti, il campionato è difficilissimo per tutti, figuriamoci per una neo promossa. Siamo nella terza serie nazionale. Per competere bisogna che in ogni partita un giocatore arrivi intorno ai 20 punti e che altri 4 o 5 arrivino intorno ai 10/15 punti".
"Contro Cividale Mattia Favaretto ne ha segnati 18 senza forzature. E' un ottimo segnale perchè è legato alle scelte di tiro e al non tenere la palla ferma. E' un bel miglioramento per lui, miglioramento di cui sono stato contento . Se nelle prossime partite capita che non sia lui a segnare, dovrà essere un altro. In questa categoria non è sempre possibile tenere gli avversari a 55 punti segnati" prosegue nella sua analisi coach Giovanni Teso.
CAPITOLO GIOVANI. "Altro aspetto sono i tre nuovi giovani Alessio Bolpin , Federico Grani e Wassim Edraoui. In questo momento devono lavorare moltissimo in allenamento per abituarsi a tenere il campo senza errori in questa categoria, ma confido che con il passare del tempo possano sia a livello tecnico, ma soprattutto a livello fisico, reggere l’altissimo atletismo della serie B".
TORNIAMO ALLA GARA DI SUPERCOPPA. "Contro Cividale, compagine che lo scorso anno ha vinto il girone , la squadra ha evidenziato diversi progressi, altrimenti, considerato il loro organici, avremmo preso 30 punti . Abbiamo giocato un buon primo quarto. Nel secondo abbiamo subito un parziale perché non siamo riusciti a segnare alcuni tiri da tre punti e da sotto ben costruiti, a questo si sono aggiunti errori difensivi nella tenuta dell’uno contro uno. Nel terzo e quarto tempino ho visto ciò che voglio a livello di difesa e di atteggiamento. Dopo una gran rimonta nel finale abbiamo perso tre palloni consecutivi quando potevamo, forse, chiudere la partita. Non abbiamo uno o più giocatori con grande esperienza, che in quei momenti possono essere di aiuto, ma miglioreremo anche in questo".
"I ragazzi nonostante le avversità legate alle assenze si stanno impegnando e lo spirito di squadra giusto si sta plasmando. Contro Cividale avevo dato tre obiettivi : vincere la partita. Dare un segnale a tutte le nostre avversarie. Continuare nel nostro percorso di crescita. Il primo obiettivo lo abbiamo sfiorato, gli altri due li abbiamo raggiunti".

Secis BCJ eliminazione amara dalla Supercoppa Old Wild West!

Ci condanna un canestro da tre a fil di sirena. Eagles Cividale passa il turno, noi torniamo a casa a testa altissima!

IL SECIS BCJESOLO IN SERIE B.
Salutiamo la Supercoppa ma con la mano alta e la testa pure. Cividale vince con una bomba di Paesano a fil di sirena.
Usciamo a testa altissima dalla Supercoppa di categoria denominata "Old Wild West". Il primo turno contro le Aquile di Cividale era ad eliminazione diretta, è andata male, ma per un soffio, per una manciata di millesimi di secondo. I padroni di casa (abbiamo giocato a Lignano Sabbiadoro) si sono imposti per 70-67.
Ad essere decisivo ad un decimo dalla fine dei 40' regolari, con i supplementari in pratica già in tasca sul 67-67, è stato Alessandro Paesano, pivot del 1993 di Tolmezzo, che con una tripla da quasi sette metri da posizione centrale ha fatto centro e ci ha rispediti a casa con un pò di amaro in bocca. Paesano è stato lesto ad approfittare della nostra difesa a zona sulla rimessa quasi a metacampo della GESTECO, piazzando il colpo gobbo, nonostante le braccia alte di Busetto.
PECCATO! Sì, peccato perchè abbiamo giocato un'ottima partita fatta di un buon primo quarto e di un'ottimo secondo tempo. Sotto di 5 (62-67) a 48" secondi dalla fine siamo riusciti a rimetterci in carreggiata con un canestro da due di Mattia Favaretto (64-67), un tiro di Rocchi sbagliato con rimbalzone del nostro Tommaso Rossi che nelle vesti di play ha imbastito l'azione successiva.
Palla a Davide Bovo che posizionato sulla destra dall'arco dei tre punti, fa saltare Paesano e piazza la tripla del pareggio che ci illude a 2 secondi dalla fine di andare all'overtime.
Si tratta della terza sconfitta nel nostro cammino di avvicinamento verso l'esordio in serie B ai primi di ottobre. In precedenza abbiamo affrontato in test amichevoli la Rucker San Vendemiano e Tramarossa Vicenza, anche queste, come Cividiale, squadre del nostro girone.
Un gustoso antipasto di quanto vedremo nel prossimo campionato.
A seguire il tabellino della partita di ieri sera giocata a Lignano Sabbiadoro.
UNITED EAGLES CIVIDALE – SECIS BCJESOLO 70-67
UNITED EAGLES CIVIDALE: Miani 2, Chiera 10, Cassese 8 Laudoni 5, Rota 10, Battistini 21, Paesano 3, Rocchi 11, Micalich, Ohenhen. Allenatore: Stefano Pillastrini
SECIS BCJESOLO: Simone Rosada 4 (2/2 da due, 0/2 da tre), Bovo 13 (3/7 da due, 2/6 da tre), Favaretto 18 (5/7 da due, 0/3 da tre), Busetto, Rossi 13 (3/9 da due, 1/5 da tre), Sipala 9 (1/3 da due, 1/4 da tre), Malbasa 10 (5/9, 0/2), Nicola Maestrello, Bolpin. Non entrati: Edraoui, Grani. Allenatore: Giovanni Teso, vice Matteo Gambarotto.
Note: parziali: 26-24, 47-32, 49-45. Tiri liberi: Cividale 10/18, Secis BCJesolo 17/25.
Ufficio stampa Thomas Maschietto
foto di Emma Iris Zorzan (@riproduzione riservata)

BASKET JUNIOR CAMP BCJ. E’ QUI LA FESTA!!!!!!!!!!!!!

Basket Junior Camp BCJ al Palacornaro. Una settimana di canestri per i nostri 19 ragazzi del minibasket

BASKET JUNIOR CAMP BCJ, è qui la festa!
 
Cinque interminabili giorni di corse a canestro e lezioni di minibasket per "la carica dei 19" del nostro minibasket al Palacornaro di Jesolo.
 
Testimonial di eccezione della prima squadra come Andrea Sipala, Tommaso Rossi e Dorde Malbasa che sono venuti in palestra per dare qualche dritta ai nostri campioncini in erba. E perchè no, a firmare qualche autografo e immortalarsi in qualche selfie.
 
La chiusura del camp ha reso ancor di più protagonisti i nostri Dragons che hanno posato per le fotografie assieme ai loro coach Matteo Gambarotto e Tommaso Basso, pronti a finire nelle figurine Panini grazie agli scatti di Emma Iris Zorzan.
 
Insieme a Matteo Gambarotto e Tommaso Basso c'erano anche Gabriele Buratto, Fabio Vendramini e Paolo Busetto come istruttori, pronti a dare e ricevere energia positiva dai mitici 19 del Camp.
 
Abbiamo chiesto a Tommaso Basso di portarci per mano dentro questo camp. Ecco le sue parole:
 
"In questa prima edizione siamo riusciti a coinvolgere una ventina di bambini nati tra il 2009 e il 2015 ma puntiamo a fare sempre meglio nei prossimi anni" ci dice Tommaso Basso.
 
In questa abbiamo riscoperto l’entusiasmo di chi ha già frequentato i parquet delle palestre e di chi per la prima volta si è ritrovato con una palla a spicchi in mano, quell’entusiasmo che ci fa tornare tutti bambini facendo riaffiorare i nostri primi ricordi con l’approccio al gioco che amiamo. Se è stata rinnovata la voglia chi già giocava nelle passate stagioni agonistiche abbiamo raccolto un bel consenso di bambini nuovi che si sono trovati bene con noi in palestra per la gioia soprattutto delle mamme. Non si tratta tanto di aspetto tecnico in questi primi approcci ma più che altro di empatia nel vedere la gioia di un bambino che mette la palla nel canestro e che a fine mattinata viene a raccontarti di quanti punti ha segnato".
 
"Insomma è stato, dal nostro punto di vista, un vero e proprio successo ogni volta che riusciamo a coinvolgere un bambino in più. E' solo l’inizio in più lunedì e martedì faremo degli “open day” per fare provare cosa vuol dire venire in palestra a fare un allenamento con la nostra società e coinvolgere appunto il maggior numero di bambini possibile. Potrà sembrare un lavoro fine a se stesso ma, chi lo sa, magari da qui partiranno i nostri futuri giocatori per la nostra prima squadra magari giocatori da serie B visto il recente salto di categoria".
 
"La soddisfazione di vedere i bambini contenti finita la giornata di camp è la motivazione che ci ha spinti ad essere in palestra alle 8 tutte le mattine per tutta la durata del camp".
Non poteva mancare all'appello Matteo Maestrello che nonostante abbia smesso di giocare, nel ruolo di dirigente continua a dimostrare di avere ancora i gradi di capitano sul braccio.
Ufficio stampa Thomas Maschietto
Foto di Emma Iris Zorzan @riproduzione riservata

Si riparte!!!! Primo giorno di scuola per il Secis BCJesolo impegnato nel prossimo campionato di serie B

Si torna a sudare in palestra agli ordini di coach Giovanni Teso ed il suo assistente Matteo Gambarotto. Tutti presenti al primo giorno di "scuola"

IL SECIS BCJESOLO IN SERIE B
Da dove vogliamo partire? Dalla lettera B ovviamente, ovvero dal campionato di serie B che ci apprestiamo ad affrontare dal prossimo 3 ottobre.
B come anche "BENVENUTI" o "BENTORNATI" al Pala Cornaro per la ripresa dei lavori. Ieri è stato infatti il "B Day" il primo vero giorno di allenamento con tutti i giocatori presenti, staff al grande completo con qualche novità.
B appunto come Baccega, Massimo, la "novità" nello staff. Più che una novità è un ritorno come fisioterapista della prima squadra.
B anche come Bovo, Davide Bovo e la sua calma e serenità olimpica che è stata subito preso di mira dal talento innato di Matteo Maestrello che ieri sera in un colpo solo ha dato prova di essere ancora un giocatore al cento per cento. Peccato che Matteo ora vesta i panni di dirigente e che in questi panni ha piazzato, in divisa da dirigente, un 9/10 da tre punti che qualche nostalgica idea ha fatto balenare in noi. Come uomo da spogliatoio Mays senior ha dimostrato di essere all'altezza anche senza le scarpe da basket ai piedi e il telefonino cellulare in mano al posto della palla a spicchi.
C'erano proprio tutti. Tanti i volti nuovi tra i giocatori: Dorde Malbasa, Wassim Edraoui, Tommaso Rossi, Federico Grani e Alessio Bolpin che si sono subito messi a disposizione di coach Giovanni Teso e il suo assistente Matteo Gambarotto.
Per coach Giovanni Teso il tempo sembra non essersi fermato mai. Sembra ieri quando a Rovigo baciava la coppa vinta assieme al campionato. Era ieri quando il nostro coach spiegava per filo e per segno come muoversi in attacco e in difesa ai suoi giocatori, come se non fosse passata l'estate in mezzo.
Giocatori in campo, Mauro Zorzan in panchina a gustarsi il primo allenamento della stagione, sua figlia Emma con un sacco di attrezzi da lavoro portati da casa per trasformare parte della palestra in un set quasi cinematografico per le foto di rito.
E poi i soliti Daniele e Bicio pronti ad essere protagonisti al tavolo nella serie B che avanza.
Niente dichiarazioni di rito, in casa nostra non servono, perchè basta guardarsi negli occhi. Un paio di presentazioni per fare sentire a casa loro i nuovi arrivati, nulla più. Quando hai da una parte Matteo Maestrello e dall'altra Mauro Zorzan non c'è proprio nulla da seguire come un copione. Si improvvisa alla grande perchè la spontaneità sta nel nostro mestiere.
Al resto ci pensano coach Giovanni Teso e Matteo Gambarotto.
Non ci resta altro che augurare buon lavoro ai ragazzi e BUON CAMPIONATO A TUTTI.
Il nostro roster:
playmakers: Paolo Busetto, Simone Rosada, Alessio Bolpin, Wassim Edraoui, Andrea Mei
Ali grandi: Nicola Maestrello, Dorde Malbasa, Federico Grani.
Ali piccole/guardie: Tommaso Rossi, Andrea Sipala, Davide Bovo, Mattia Favaretto.
Ufficio Stampa Thomas Maschietto

Mister 243 punti in C Gold Davide Bovo confermatissimo dal Secis BCJesolo

Davide Bovo confermatissimo per il campionato di serie B

IL SECIS BCJESOLO IN SERIE B

Davide Bovo confermatissimo per il campionato di serie B
La pioggia di riconferme termina sul raggio di luce che bacia il volto di DAVIDE BOVO che resta ancora con noi dopo lo splendido campionato dell'anno scorso culminato con la conquista della serie B e personalmente per lui con il primo posto assoluto nella classifica marcatori dell'intera stagione con 243 punti realizzati (migliore della prima fase con 104 punti, secondo migliore realizzatore nella seconda con 101 punti ed infine il migliore nella due giorni di finali con 38).
"La serie B è un passo ulteriore, uno step successivo dove tutti quanti noi dovremoalzare l’asticella. A partire dalla società per passare poi allo staff e infine arrivare a noi giocatori" commenta DAVIDE BOVO.
"Non sarà facile, nessuno dice che sarà facile dobbiamo partire dal basso e lottare ogni singola partita".
"La B non è una novità per me (Davide ha infatti giocato con Crema nel 2016-2017, a Padova nel 2018-19 e a Mestre l'anno successivo) ma forse sarà una novità il ruolo che avrò all’interno di questa squadra. Per me è una grossa responsabilità e una nuova sfida che voglio vincere. Speriamo vada tutto per il meglio!"
Ufficio stampa Thomas Maschietto

Mattia Favaretto ha detto sì! E giocherà con noi il campionato di serie B!

Mattia Favaretto resta nella sua seconda famiglia. Il suo numero 8 debutterà in B come molti di noi!!!!

IL SECIS BCJESOLO IN SERIE B
Mattia Favaretto ancora uno di noi!!!!!

I suoi canestri nelle sfide con Ferrara e Imola sono rimasti scolpiti nella pietra, come la bomba del 49-37 a 2'30" dalla fine del terzo quarto della finalissima di Rovigo.

Siamo strafelici di annunciare che MATTIA FAVARETTO anche per il prossimo campionato vestirà la casacca numero 8 del Secis BCJ per la sua prima e la nostra prima volta in serie B.

"Come prima cosa voglio dire che sono molto felice di rimanere ancora a Jesolo" è stato il primo e senza dubbio entusiastico commento di Mattia Favaretto

SECONDA FAMIGLIA. "E' il mio terzo anno qui, quindi il Secis BCJ è davvero come una seconda famiglia per me" prosegue Mattia. "Mi sono confrontato con la dirigenza e ho apprezzato molto sia l’interesse riposto nei miei confronti sia gli sforzi per poter avviare questo nuovo progetto in Serie B".

Serie B che è una categoria nuova sia per me che per il BCJ, abbiamo ben presente quale sia il livello di questa e non vedo l’ora di iniziare per farci trovare pronti".

Ufficio stampa Thomas Maschietto

Simone Rosada, il nostro SR9,confermato in cabina di regia per il prossimo campionato di Serie B

Simone Rosada confermato come superplay per la serie B!! Il giovanotto del Lido è pronto per un campionato da protagonista.

IL SECIS BCJESOLO IN SERIE B

Non poteva mancare SR9 al secolo SIMONE ROSADA tra i "fab six" riconfermati dal meraviglioso campionato appena finito e culminato con la conquista della serie B.

Il giovanotto del Lido poserà per la prima volta le sue scarpe da gioco, come tutti noi, nel parquet della serie B e come tutti noi non vede l'ora di incominciare.

"Innanzitutto volevo ringraziare la società per la fiducia che ha riposto su di me, e nel contempo salutare anche i ragazzi che non giocheranno più con noi, perché se siamo qui è anche merito loro" ci tiene a dire SIMONE ROSADA riferendosi a Nicola Ruffo, Leonardo Biancotto e Nicolò Zamattio.

LA PRIMA VOLTA. "Per alcuni di noi, me compreso, si tratta di una sfida completamente nuova, mentre per altri è un ritorno in un campionato già svolto. Quello di cui siamo sicuri è che la Serie B sia un campionato molto più di tosto, sia dal punto di vista fisico sia tecnico, rispetto al campionato dello scorso anno, e ció non puó che essere un motivo di orgoglio e motivazione ad impegnarsi di più e fare bene nonostante le difficoltà che si incontreranno durante la stagione. Personalmente sono molto contento di essere qui, era un obiettivo che mi ero posto ed è un momento che aspettavo da anni, per cui sono carico per affrontare la nuova stagione che ormai è alle porte".

Ufficio stampa Thomas Maschietto

ANDREA SIPALA non si muove dal Secis BCJ. “Sipo” non vede l’ora e saluta i suoi ex compagni

ANDREA SIPALA non si muove dal Secis BCJesolo. Il "Sipo" non vede l'ora di iniziare

Centonovantotto punti segnati in 20 presenze con la divisa del Secis BCJesolo. In numero, per essere più chiari, 198 punti segnati, 148 dei quali nello scorso vittorioso campionato di serie C Gold che gli sono valsi il “titolo” di secondo migliore realizzatore della nostra squadra dietro solo a Davide Bovo (243 punti).

ANDREA SIPALA non si muove dal Secis BCJesolo come Nicola Maestrello e Paolo Busetto.

UN CURRICULUM DA SERIE B. Ala forte classe 1995 “Sipo” ha già calcato gli ambiziosi parquet della serie B con Isernia nel campionato 2017-2018 (196 punti in 33 partite giocate), Rimini l’anno successivo (182 punti in 32 partite giocate) ed infine Cremona (81 punti in 25 presenze).

LA FELICITA’ DI RESTARE A JESOLO. “Felice ed entusiasta di iniziare questa nuova avventura con IL bcj, con questa famiglia” sono le parole piene di gioia di ANDREA SIPALA. “Sapere di rappresentare una società in cui crede in me, per me è un valore aggiunto e ringrazio tutti per avermi dato questa possibilità, in particolar modo Emil Cavallin e Mauro Zorzan. Abbiamo iniziato insieme un bel progetto, anche con il minibasket e sono onorato di poterlo continuare perché è fondamentale poter far crescere i propri giovani”.

“La scorsa stagione ci siamo guadagnati un posto in B e siamo pronti a dimostrare che ci possiamo stare. Andremo ad affrontare un campionato di grande qualità, sicuramente tosto ma tutto ciò non mi spaventa anzi, mi da quella motivazione in più. Qualcuno di noi ha già avuto qualche esperienza in B per altri invece sarà tutto nuovo. Farò del mio meglio e sarò a completa disposizione dello staff tecnico e dei compagni”.

“Senza il capitano Matteo Maestrello ognuno dovrà dare qualcosa di più e sono sicuro che succederà".

NICOLA RUFFO, LEONARDO BIANCOTTO E NICOLO’ ZAMATTIO AI SALUTI CON IL SECIS BCJESOLO. Volevamo dedicare uno spazio apposito ai tre giocatori che lasciano il Secis con tanto di ringraziamento per quanto fatto per questa maglia. Ma non possiamo nemmeno togliere le parole di bocca ad Andrea Sipala verso i suoi oramai ex compagni.

“Un saluto e un in bocca al lupo a Ruffo, Zanattio e Biancotto che sono stati dei compagni super. Forza Jesolo” chiude infatti la nostra chiacchierata Andrea Sipala.

Ufficio stampa Thomas Maschietto