Expo Sport 2018

Al Parco Pegaso Riconoscimenti Ai Migliori Atleti Jesolani

Come consuetudine le Associazioni  Sportive Jesolane si sono radunate al Parco Pegaso per celebrare Expo Sport 2018.

Tantissime le Famiglie che hanno partecipato alla manifestazione nata con l’intento di far conoscere le attività sportive della nostra Città con dimostrazioni pratiche e coinvolgenti e che ogni anno premia gli sportivi più rappresentativi del nostro territorio.

Il Comune di Jesolo, attraverso l’Assessorato allo Sport, ha celebrato l’impegno e gli importanti traguardi raggiunti da 2 note figure del Basket Club Jesolo: Lorenzo “Lollo” Ambrosin e Tommaso “Tommy” Basso.

A Lollo, che non ha potuto ritirare direttamente il premio perché impegnato ad Agrigento nella preparazione della nuova stagione, è stata assegnata una targa celebrativa ritirata dalla Mamma Dawn.

Lorenzo, da debuttante in Serie A2, lo scorso anno ha disputato un buonissimo campionato mantenendo una media di più di 10 punti a partita diventando così una tra i 5 più talentuosi giovani a livello Nazionale della Serie Cadetta.

Tommy ha da poco conseguito il patentino di Allenatore superando un importante step di crescita professionale, valorizzando ulteriormente l’impegno che ogni giorno lo vede protagonista con i nostri ragazzi e i più giovani Dragons.

La Festa è continuata poi sul campetto 3×3 poco lontano dal palco delle premiazioni dove in molti si sono divertiti sotto canestro assieme agli allenatori e tanti altri atleti che hanno partecipato alla Manifestazione.

BCJ! Go!

Torneo Svalduz 2018

Articolo Tratto da Megabasket

 

Link articolo Originale:

https://www.megabasket.it/2018/09/10/a/eventi/torneo-angelo-svalduz-a-vittorio-veneto-la-decima-edizione/https://bit.ly/2oY212H

 

 

Torneo “Angelo Svalduz”: a Vittorio Veneto la decima edizione
Il 14 e 15 settembre, grande basket di C Gold nella cittadina veneta.

10 settembre 2018

Decima edizione per il Torneo Angelo Svalduz! Anche quest’anno accogliamo una neopromossa in C Gold, la Virtus Murano, che riporta il centro storico di Venezia (dov’era nato e cresciuto Angelo) alla ribalta del quarto campionato nazionale. Torna Jesolo dopo la finale persa al fotofinish contro Mestre di 2 anni fa. Confermano la loro presenza 2 tra le squadre maggiormente presenti al Torneo AS, Caorle e Oderzo. Caorle ha 1 vittoria nel suo palmares (2011), Oderzo nessuna: sarà l’anno buono?

Partiamo da quest’ultima per un’analisi dei roster:

ODERZO BASKET: squadra completamente rinnovata, sono rimasti solamente Ibarra e Valesin. Coach Steffè, entrato in corsa la precedente stagione, ha avuto libertà di scelta e ha assemblato quella che sembra essere una tra le favorite del campionato che sta per cominciare. L’innesto di Andrea Tracchi (MVP dello scorso Torneo AS), Alessandro Infanti e Thomas De Min ha l’obbiettivo di creare un gruppo compatto, caratteristica che è mancata nelle ultime stagioni agli opitergini. Le rotazioni saranno garantite dai giovani dell’ottimo settore giovanile dell’Oderzo Basket (che quest’anno ha portato gli U14 a sfiorare il titolo di Campione d’Italia di categoria). Obbiettivo per il campionato: promozione

CAORLE: su un gruppo già collaudato coach Ostan ha potuto aggiungere due dei giocatori più in vista dello scorso campionato, quel Giovanni Infanti (fratello di Alessandro) che ha portato il BC Mestre a sfiorare la promozione e il miglior giovane, ovvero Mihajlo Jerkovic che invece la promozione con San Vendemiano l’ha ottenuta e che forse per l’ultima stagione vedremo calcare i parquet della serie C, essendo sicuramente destinato a palcoscenici di livello superiore. Da scoprire il nuovo centro titolare, l’italo-polacco Listwon che dovrebbe dare più consistenza sotto le plance. Obbiettivo per il campionato: finale

JESOLO: la campagna acquisti estiva di Jesolo è passata un po’ sotto traccia, coperta dalla notizia dell’addio di coach Guerra, artefice della rinascita del club biancorosso (che, non dimentichiamo, poco più di un anno fa vinceva da neopromossa il campionato di C, per poi rinunciare alla B). Però la società è riuscita ad aggiungere al nucleo storico Ruffo-Maestrello-Delle Monache dei giocatori “solidi” come Grampa, Jovancic, Sabbadin e quel Matteo Magni “rubato” a Murano per seguire il suo vecchio coach Fels, ora capo allenatore dei litoranei. Obbiettivo per il campionato: play-off

MURANO: i lagunari neo promossi tornano nella massima serie regionale dopo una scalata che ricorda proprio quella del BC Jesolo. La squadra di coach Ferraboschi si trova però in difficoltà in questo inizio stagione vista la rinuncia di Ivan Gatto e l’infortunio che terrà fermo lo sloveno Varagic per un paio di mesi. Inoltre il lungo Cresnar sarà impegnato in giro per il mondo con i tornei 3×3. Nuovi inserimenti sono il play Ludovico Chiorri e Marco Cagnoni dalla Vigor Conegliano, dove ha contribuito alla grande alla promozione in C Gold. Sicuramente nel corso della stagione il DS De Respinis saprà rinforzare il roster a disposizione di Ferraboschi, forse addirittura prima del Torneo AS! Obbiettivo per il campionato: salvezza (ma con un occhio ai play off, a Venezia sarà difficile per tutti)

 

Settembre Intenso

Carichi di lavoro ed amichevoli

Settembre è partito con sessioni di lavoro sostenute sotto la preparazione di Alvise.

Le gambe dei nostri ragazzi stanno rispondendo bene ed il primo risultato interessante è stato raggiunto con la meritata vittoria alla prima edizione del “Torneo Viva” svoltosi il 7 ed 8 Settembre a Riese Pio X (TV).

Dopo aver superato i padroni di casa nella prima gara del Venerdì, il BC Jesolo ha vinto anche contro Oderzo in una finale piuttosto combattuta che ha dato buoni spunti di valutazione sulla nostra preparazione.

La strada per raggiungere la miglior condizione è ancora tutta in salita, ma intanto abbiamo avuto modo di apprezzare che il premio come miglior giocatore del Torneo è stato unanimemente assegnato a Zelle, il nostro veterano che con grinta, caparbietà e precisione ha dimostrato una volta di più le sue doti di leader.

Molto bene anche i fratelli Mays. Nicola sta dimostrandosi sempre più determinante in difesa e prolifico in attacco. Capitan Matteo s’è reso  protagonista di giocate pregiate che han fatto divertire il numeroso pubblico sugli spalti.

Nicolino, pur avendo qualche sessione di allenamento in meno sulle gambe è sempre una garanzia di affidabilità sia nell’impostazione del gioco che a canestro.

I nuovi arrivati si sono integrati benissimo: Marko “Jova”, Pippo Sabadin, i “Matteo” Grampa e Magni il “Magno” sanno sacrificarsi e mostrano di avere buone percentuali al tiro come a rimbalzo.

Fanta e Tommy nelle tante rotazioni proposte da Coach Fels son risultati preparati e per nulla intimoriti dal blasone degli avversari incontrati a Riese.

Alistair porta in campo tanta determinazione sicuro di poter far bene anche in campionato ed accompagnando la crescita di Jack e di un molto più che promettente Andrea Mei.

La vittoria del torneo ha visto il nostro gruppo ancor più carico nel festeggiare i compleanni dei vice Enrico Costantini e Ivan Nardelli.

 

Prossimo prestigioso appuntamento  Venerdì 14 e Domenica 16 Settembre a Vittorio Veneto dove lo Jesolo, Murano, Caorle e Oderzo s’incontreranno nel rinomato Torneo Svalduz, giunto alla decima edizione (https://www.facebook.com/events/207817073417381/)

Nei prossimi giorni prenderà il via la campagna abbonamenti per la stagione 2018/19.

La prima stagionale sarà in trasferta: Montebelluna Domenica 30 Settembre, ore 18:00 (per anticipazioni ed info abbonamenti rivolgersi a Michele 335 691 7853 e Morena 328 681 0574).

Il debutto al PalaCornaro del Secis BC Jesolo si terrà Sabato 6 Ottobre alle 20:45, quando affronteremo Centro Sedia/Corno Di Rosazzo.

 

BCJ! Go!

Si Riparte Alla Grande!

Buona La Prima!

A Jesolo succede sempre più spesso che dal PalaTurismo partano importanti tour.

Gli Artisti protagonisti, dopo essersi esibiti sul nostro Litorale, continuano con successo le proprie esibizioni in tutto il Paese.

Da qualche giorno anche i Dragons e le Giovanili del BC Jesolo hanno avuto come location per raduno e “Data Zero” di inizio lavori  il nostro fantastico Palazzetto Dei Congressi!

Una folta rappresentativa del “Nuovo Millennio”, i futuri campioncini del Basket Jesolano, si sono dati appuntamento in Piazza Brescia ed hanno per la prima volta tirato a canestro immersi negli spalti che ospitano frequentemente manifestazioni di richiamo Nazionale ed internazionale.

Hanno lavorato con  coach Andrea Fels, Ivan Nardelli, Marco Tiseno, come con Matteo Grampa e Alistair. Quest’ultimi hanno acquisito una certa confidenza col legno del PalaTurismo grazie alle diverse sedute di allenamento sostenute negl’ultimi giorni con la Prima Squadra.

Impegno ed entusiasmo han reso le diverse sessioni di allenamento piacevoli e costruttive.

I nostri promettenti Atleti hanno alternato sessioni di palleggio al tiro e al lavoro fisico tra urla, schiamazzi e sorrisi, intervallandoli con le importanti indicazioni che i coach hanno loro impartito…

…un altro bel concerto a Jesolo si dirà!

E che il Tour dei Dragons abbia inizio!

 

BCJ! Go!

I Nuovi Volti Del BC Jesolo

Enrico Costantini: Esperienza E Competenza In Forza Al BCJ

Riparte sotto la guida del nuovo allenatore Enrico Costantini la preparazione dei nostri Under 18 Gold.

Enrico affiancherà inoltre, in qualità di Vice della Prima Squadra, Coach Andrea Fels.

Vanta una lunghissima e comprovata esperienza alla guida di alcune tra le più blasonate squadre giovanili della nostra Provincia.

Ha conseguito ottimi risultati classificandosi ai vertici di diversi tornei a cui ha partecipato come responsabile delle giovanili e del minibasket con la Pallacanestro Favaro, la Polisportiva Marcon, Basket Leoncino e Basket Riviera.

Cresciuto a “Pane e Basket”, grazie ad una Famiglia da sempre coinvolta nel movimento cestistico Nazionale, ha più volte rivestito il ruolo di allenatore delle Selezioni Provinciali maschili U13, e U15 occupandosi inoltre delle formazioni Under 14, U18 e U20 nelle categorie Elite ed Eccellenza per le Società in cui ha allenato.

Coach Costantini, oltre a vantare una collaudata capacità di gestione del gruppo, saprà far crescere sotto il profilo atletico e tecnico i Ragazzi.

BC Jesolo da il proprio benvenuto ad Enrico affiancandolo e supportandolo nella preparazione e nella formazione dei nostri futuri Campioni!

 

BCJ! Go!

Ben Ritrovato BC Jesolo

Tutti al PalaCornaro… Per la ripresa dei lavori!

Lunedì 20 Agosto 2018

Il caldo di questi giorni ed il leggero traffico non hanno affatto ostacolato o rallentato gli arrivi… Anche di chi proveniva da lontano!

L’orario del primo allenamento era fissato per le 20:00.

Dopo aver chiuso la riunione tecnica coi colleghi allenatori e con i dirigenti in perfetto orario, Coach Andrea Fels aspetta i suoi Giocatori dispensando saluti, sorrisi e dando pacche sulle spalle a chi gli si avvicina come Daniele Michielon, Luca Zoretto, Ivan Nardelli, Enrico Costantini il suo vice e Mino Zago, l’instancabile DS.

Già attorno alle 19:30 i giocatori si confrontano nello spogliatoio dopo essere arrivati quasi tutti assieme. Unico assente giustificato è Nicolino Ruffo che con la Famiglia si sta godendo gl’ultimi giorni di meritata vacanza.

A poco a poco sfilano Tommaso Tuis, Alistair Cortese, Alessandro Fantin, Giacomo Cavallin e Nicola Maestrello. Osservano i tanti manubri e le kettlebell appoggiati sul parquet e commentano sorridenti la probabile mole di duro lavoro che li aspetta sotto le indicazioni di Alvise Polesello, il nuovo preparatore atletico.

Zelle fa da Cicerone ai nuovi arrivati Marko Jovancic, Filippo Sabadin, Matteo Magni e Matteo Grampa: la confidenza tra loro è uno schema noto. Il livello delle battute fa sorridere alacremente anche Gigi, il fisioterapista-tifoso, che fin da subito viene battezzato come “il loro miglior amico”.

Capitan Mays, che di “raduni” ne ha vissuti più di tutti i giovanissimi messi assieme, chiacchiera sorridente con il Vice Presidente Emil Cavallin che, come da tradizione,  di li a poco darà il benvenuto a tutti.

Stefano “Charlie” Teso, preciso come quando tira da 3 col mancino, prepara il gruppo per le foto di rito assieme a Michele Simonella scansando i palloni che insidiosi arrivano regolarmente sotto canestro.

Mauro Zorzan distribuisce le T-shirt mettendosi in posa per una foto e lanciando maglie. Con lo sguardo fisso, ben noto a tutti quelli che hanno militato nelle giovanili del BC Jesolo, accoglie il giovanissimo Andrea Mei che per la prima volta si allenerà con la Prima Squadra.

In pochissimo tempo il campo si libera e il gruppo comincia l’allenamento… Non ci sono nastri da tagliare, ma tutti sanno che ‘stasera è partita una nuova entusiasmante avventura!

BCJ! GO!

 

 

 

 

 

Matteo Grampa E La Passione Per Il Basket

Da Varese Sport – 12 08 2018 – Di Alessio Colombo

 

Dedicato ai non predestinati.

A chi non ha molto talento fisico o tecnico… a chi non è un professionista affermato e non guadagna milioni di euro.

A chi è consapevole dei suoi limiti cercando di superarli ogni giorno lavorando ed allenandosi.

A chi ha una passione che gli brucia dentro.

A chi vede lo sport non come un lavoro ma come un mezzo che gli permetta di fare centinaia di esperienze diverse e di continuare a studiare.

A chi è consapevole che il giochino durerà poco e quindi non si fa scappare nessuna opportunità.

Dedicato a chi ha iniziato al campetto… e magari non sarà pulito tecnicamente ma ha le spalle larghe ed un cuore grande.

Matteo Grampa racconta se stesso ad Alessio Colombo – Varese Sport

E’ lì che cominci a farti le ossa; è lì che le spalle, giorno dopo giorno, si fanno via via più larghe e forti; è lì che, sudando e faticando, apprendi il valore del sacrificio, impari che se vorrai fare strada dovrai sempre tenere ben presente chi sei e da dove vieni; è lì che si plasma quel valore che in Sudamerica chiamano ‘garra’: l’ingrediente segreto di ogni impresa, una miscela di grinta, orgoglio e perseveranza. Perché lì c’è qualcosa che altrove non esiste: atmosfere, cieli e profumi completamente differenti ad ogni latitudine di cui si impregna la tua pelle. È lì, sulla strada, che nascono i veri campioni.
Un’estate come tutte le altre. La stagione regolare di pallacanestro è appena terminata, palestre serrate, divise smanicate da gara che lasciano spazio alle ancor più comode canotte da spiaggia. Per tutti… non per lui: un giovane appassionato non ne vuole assolutamente sapere di separarsi dalla sua palla a spicchi. Sfidando il caldo torrido, si reca ogni giorno ai campetti vicini all’oratorio ed è lì che apprende le regole non scritte del basket di strada. Comincia così la scalata di Matteo Grampa, bustocco fresco del secondo posto alle Finali Nazionali dello Streetball Italian Tour 2018 di Riccione.

TRIS SFUMATO – “Sono cinque anni che partecipo al tour. Nel 2014 e nel 2015 abbiamo vinto il titolo, ma da quando si è saputo che il tre contro tre diventerà disciplina olimpica devo dire che il livello si è alzato di molto – rivela Matteo –. Ci siamo scontrati con tantissimi professionisti. Ovviamente c’è del rammarico perché quando si arriva in finale si gioca per vincere, ma se ripenso che dal giovedì sera abbiamo avuto un giocatore in meno penso che questo secondo posto è stato comunque già un grandissimo risultato e i vincitori hanno meritato. Sicuramente per gli anni prossimi cercheremo di organizzarci meglio”.

LA MAMMA E’ SEMPRE LA MAMMA – E pensare che il tutto era cominciato su un paio di pattini a rotelle. Sì perché il basket non fu il primo sport di Matteo Grampa e nemmeno una tradizione di famiglia. Piuttosto una passione innata che, come spesso accade, ha bisogno di una spintarella di un deus ex machina… anche due. È il suo vicino di casa ad introdurlo nel mondo del 5vs5 che, “ironicamente”, Matteo ama talmente tanto da volerlo abbandonare: “Devo ringraziare i miei genitori, e soprattutto mia madre se oggi sono ancora qui a giocare a basket. Quando ero a Busto con il cambio di allenatore era arrivato Tiziano Zappa che era esigente e molto severo. Persi la voglia di giocare, ma i miei mi hanno costretto a ritornare in palestra assecondando la mia passione che alla fine è prevalsa sul resto”.

MatteoGrampaCosì sono arrivati i successi e così Matteo ha cominciato a vivere il basket a trecentosessanta gradi: tra le mura di una palestra e alla luce del sole che filtra tra le case e gli alberi sulla strada. “Dal punto di vista umano il 5 contro 5 è sicuramente più stimolante, ma dal punto di vista tecnico sono due sport completamente diversi: partono dagli stessi principi ma si evolvono in maniera differente – spiega lui –. Nello street l’azione è molto più veloce e frenetica. È un gioco senza schemi, ma solo di letture e mi permette di migliorare anche nel 5vs5. Basti pensare che il tiro da tre vale uno, che ci sono solo falli di squadra e la palla stessa è di un formato diverso…”
FATTI VALERE – È credenza comune considerare lo sport di strada un valore aggiunto. Solo se lo hai praticato, solo se ha speso ogni goccia del tuo sudore su quei campi, solo se le tue ginocchia e i tuoi gomiti hanno assaporato ogni centimetro di quel cemento, puoi sapere cosa significa. “Ai campetti quello che sei all’interno della stagione non conta. Si impara a giocare con persone di ogni razza, età, a conoscere le persone al di là dell’apparenza. L’importante è che tu arrivi con la mentalità giusta e tutte le barriere che possono dividere vengono superate. Si azzera tutto e bisogna dimostrare quello che vali davvero”.

E forse non è un caso che nell’indole di un playmaker con tendenze da realizzatore, come ama definirsi lui, a farla da padrona siano la grinta e l’aggressività, quella ricerca spasmodica dell’uno contro uno, unita ad una straordinaria capacità di adattamento alle necessità della squadra in ogni momento.

IL FUTURO – Mentre si prepara ad affrontare un grande cambiamento – si trasferirà a Jesolo con l’obiettivo di vincere il campionato –, Matteo insegue il professionismo in uno sport come lo Street Basket che anche la FIBA sembra intenzionata a rendere disciplina olimpica. Senza dimenticare tutto il resto. “Il basket al momento è gran parte della mia vita, ma non lo considero un lavoro. Mi ha dato la possibilità di girare il mondo e sono consapevole che questa è l’età giusta per farlo. Nel frattempo studio osteopatia e una volta finito col basket potrò dedicarmi ad altro. Devo tanto alla pallacanestro ed è per questo che cerco di viverla ogni giorno fino in fondo”.

12 agosto 2018 8:14

Apri questo link per vedere l’articolo originale

https://bit.ly/2nvnS0A

 

BCJ! GO!

La Caldissima Estate 2018 Del BC Jesolo

BCJ: Ad Agosto Unico Cantiere Aperto A Jesolo

A Luglio in tanti hanno continuato ad allenarsi nei campi da Basket del BCJ.

Anche dopo aver definito il nuovo Roster per il 2018/19, in moltissimi giocatori delle Giovanili, del Minibasket e della Prima Squadra hanno partecipato alle sessioni di allenamento estivo coordinate da Coach Andrea Fels e svolte grazie alla assidua collaborazione degli Allenatori Ivan Nardelli, Tommaso “Tommy” Basso, Alistair Cortese e il preparatore atletico Alvise Polesello.

BC Jesolo ringrazia i nostri Allenatori che nonostante le elevate temperature registrate in Palestra, hanno continuato il lavoro di preparazione in previsione della Nuova Stagione.

Anche ad Agosto tutto lo Staff continuerà a lavorare e rendersi disponibile a quanti gradiranno chiedere informazioni per iscrizioni ai Corsi 2018/19 che già prevedono una nutritissima partecipazione di Bambine e Bambini per quanto riguarda il Micro e Minibasket così come per le Giovanili  o più semplicemente per gli abbonamenti alle partite della Prima Squadra.

Contattando il numero 348 806 4288 si potranno avere tutte le indicazioni necessarie.

BCJ Augura a Tutti Buone Vacanze!

BCJ! GO!

Marko Jovancic – Ala Piccola, Tanta Esperienza!

Arriva al BCJ Marko Jovancic

Il caldo di Luglio porta un’altra importante novità a Jesolo.

Si è legato al BC Jesolo Marko Jovancic, ala di 196 cm, nato a Belgrado il 6 giugno del 93 da genitori Serbi.

Giocatore con doppio passaporto per esser sempre vissuto in Italia e figlio d’arte: suo padre prima di lui ha giocato nel Belpaese.

Marko inizia a giocare nelle giovanili dell´Aquila Trento, vicino a Rovereto, dove abita con i genitori, collezionando diverse presenze nelle nazionali di categoria.

Talento precoce viene già schierato, prima dei 16 anni, anche nell´Under 19 Eccellenza.

A 16 anni passa all’Umana Venezia, dove prosegue il cammino nelle giovanili, sfiorando le finali nazionali con l´Under 19.

Con i Lagunari, dal 2010 al 2012, è aggregato alla squadra di serie A e in doppio tesseramento gioca a Favaro, prima in C Regionale e poi in Serie D.

A19 anni, nel 2012, passa a Omegna in DNA: con i Piemontesi gioca 31 partite, segnando 2,4 punti di media e facendo registrare un high personale di 15 punti contro San Severo.

Nel 2013/14 va in Friuli a Spilimbergo, dove in DNB segna 6,5 punti in 24 minuti sul parquet; l´anno successivo, sempre in DNB, a Fondi, va in doppia cifra segnando 11,8 punti col 36% da tre, in 31 minuti, con 5 rimbalzi all´attivo e 10,4 in valutazione .

Nella stagione 2015/2016, in Abruzzo, a Vasto, migliora ancora, segnando 13,3 punti di media in 31 minuti, va 22 volte in doppia cifra e 8 volte sopra i 20 punti; ottime le medie al tiro col 44% da due, il 35% da tre e l´89% dalla lunetta, porta a casa anche 5,4 rimbalzi e chiude con 10,9 in valutazione.

Nella 2016/2017 milita nella Basket Golfo Piombino sempre in Serie B dove sfiora i play-off all’ ultima giornata, non raggiungendoli solo per differenza canestri.

Nel campionato 2017/2018 inizia la prima parte di stagione a Fabriano, dove però non riesce esprimersi al meglio e a Febbraio passa alla Virtus Civitanova dove ritrova continuità e agguanta i play-off (unica neopromossa a riuscirci).

Giocatore completo, grande forza fisica ed abnegazione in campo, intensità in difesa e molto bravo in attacco: infatti è capace di segnare in tutti i modi, da sotto, attaccando il ferro fronte a canestro, ma anche con movimenti spalle a canestro ed in particolar modo col tiro dalla distanza.

 

Ben arrivato Marko!

BCJ! GO!

 

Matteo Magni Arriva A Jesolo

Matteo Magni – La Nuova Giovane Guardia Del BC Jesolo

Il nuovo che avanza in casa BCJ è una vecchia conoscenza di Coach Fels: Matteo Magni, classe 1996, guardia 193 Cm.

Andrea si ritroverà quindi ad allenare anche qui a Jesolo uno dei promettenti giovani della storica 4 Torri di Ferrara, Società nella quale il nostro Coach ha seguito le Giovanili dal 2007 al 2016.

La carriera di Magni lo vede crescere fino alla Under 20 proprio nella 4 Torri Ferrara giocando un anno in C Silver ed uno in C Gold.

Successivamente accasatosi in Lega 2 con gli Stings di Mantova, ha avuto il doppio tesseramento in Serie C Silver con la Basket Bancole.

La stagione appena conclusa l’ha visto protagonista inizialmente con il Lamezia Terme in C Silver, per poi finire il campionato con la Gemini a Murano, forte di una media realizzativa prossima ai 13 punti a partita grazie anche anche ad una certa confidenza dimostrata nei tiri da 3.

Anche Matteo Magni si aggregherà alla Squadra Lunedì 20 Agosto 2018, giorno in cui riprenderanno ufficialmente le attività in vista della Stagione 2018/19.

Benvenuto Matteo!

BCJ! GO!