Giovanni Teso, il dopogara di Oderzo

Il dopogara di Oderzo con coach Giovanni Teso. Progresso, difesa e soprattutto i primi due punti

Il dopogara con coach Giovanni Teso
Prima vittoria nella nuova C Gold, formato 2020-2021. Un giorno quello di ieri, il 21 aprile 2021 che per forza di cose dovrà entrare negli almanacchi e negli annali della nostra storia, volenti o nolenti, campionato normale o meno che sia con tutte le vicissitudini, le attenzioni e le precauzioni da prendere seguendo il rigoroso protocollo.
La vittoria ad Oderzo è stata figlia di un ottimo lavoro difensivo, perché quando difendi bene sei quasi a metà dell’opera. Abbiamo analizzato la gara con coach Giovanni Teso.
“La difesa è stata determinante” dice subito il nostro head coach. “Abbiamo difeso bene collettivamente sia sul perimetro che sotto canestro. I ragazzi stanno migliorando anche nella tenuta dell’uno contro uno che è un aspetto tecnico determinante. La difesa è espressione della volontà di squadra e l’atteggiamento dei ragazzi è stato quello giusto”.
Sopra di 15 (51-36) Oderzo, con un Ibarra clamoroso nel terzo quarto, è arrivato sino a – 4. Poi una tripla di Biancotto è l’inerzia del tabellone dei punti è rimasta nelle nostre mani.
“Oderzo è una squadra ricca di talento ed era prevedibile che provasse a rientrare. Bravi i miei giocatori che pur essendo più giovani hanno mantenuto la determinazione e la concentrazione. Inoltre durante la loro rimont abbiano costruito dei buoni tiri, senza forzature , dopo aver mosso la difesa , questo ci ha permesso buoni bilanciamenti difensivi e il mantenimento del ritmo gara che volevamo”.
Ultima cosa Giovanni. Due partite in trasferta,a Verona potevamo vincere ma è andata come è andata. Una settimana in più di lavoro sulla testa e sulla gambe si sono visti?
“I progressi sono stati molti. Un aspetto che voglio sottolineare è che ieri ogni giocatore ha dato un contributo importante, anche chi in attacco non è riuscito a segnare come avrebbe voluto, non ha comunque mai mollato rendendosi utile in altre fasi del gioco. Questi sono segnali che mi piacciono molto. Ora massima concentrazione con Bassano”.
Contro Bassano giochiamo domenica, la nostra prima al “Pala Cornaro”, finalmente torniamo a casa.

Comments

comments

Posted in Uncategorized.

Leave a Reply

Your email address will not be published.